Home/Le Aziende/Tecnoambiente

Tecnoambiente

processo-TECNOAMBIENTE-ALFAREC-E-S.ECO-orizzontale-700px.png
Processo-TECNOAMBIENTE-ALFAREC-S.ECO-300px.png

Tecnoambiente Spa nasce a San Miniato nel 2001, in provincia di Pisa ed entra a far parte del Gruppo EcoEridania nel 2020.

Oggi l’azienda è impegnata in attività di raccolta, trasporto e smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, prevalentemente di origine industriale prodotti da strutture pubbliche e private.

Grazie all’impianto di trattamento, Tecnoambiente Spa fornisce servizi quali selezione di rifiuti non pericolosi, solidificazione dei fanghi, triturazione di rifiuti pericolosi, triturazione e lavaggio di imballaggi pericolosi e non in plastica e metallo, il tutto in maniera responsabile e puntuale, nel pieno rispetto delle esigenze del cliente e in conformità alle norme vigenti applicabili.

RIFIUTI INDUSTRIALI
RIFIUTI DA UFFICIO
CONSULENZE AMBIENTALI

CHI SIAMO

L’azienda nasce nel 2001 in provincia di Pisa, dove fin da subito opera, nell’ambito dello smaltimento di rifiuti industriali, all’interno del Comprensorio del Cuoio della Provincia di Pisa, prestando i propri servizi a imprese del settore conciario. Alla luce degli ottimi risultati raggiunti in decisamente poco tempo, nel 2005 l’azienda decide di realizzare l’impianto, presso cui oggi vengono svolte molteplici attività inerenti al trattamento di rifiuti pericolosi e non pericolosi, e grazie al quale la società inizia a collocarsi tra le più qualificate del settore.

Oltre alle sopracitate attività di selezione di rifiuti non pericolosi, solidificazione dei fanghi, triturazione di rifiuti pericolosi, triturazione e lavaggio di imballaggi pericolosi e non in plastica e metallo, ad oggi Tecnoambiente Spa ha sviluppato anche il ramo delle bonifiche di siti contaminati, quello dei trasporti e quello relativo alla spedizione transfrontaliera di rifiuti pericolosi.

Con lo scopo di raggiungere un modello organizzativo efficiente, l’azienda nel corso degli anni ha ottenuto le certificazioni ISO 9001 per la qualità, ISO 14001 per l’ambiente e OHSAS 18001per la sicurezza.

Nel 2020 Tecnoambiente Spa entra a far parte del Gruppo EcoEridania, che ne detiene il 100%. Potendo contare sull’appoggio di tutte le aziende del Gruppo e godendo dello sviluppo di efficaci sinergie, fin dalla sua acquisizione l’azienda contribuisce quotidianamente all’affermazione e al consolidamento del Gruppo EcoEridania sul mercato e territorio nazionale.

MAPPA_ECOERIDANIA_2020_550px.jpg

UN GRUPPO, INFINITE SOLUZIONI

EcoEridania è un gruppo in grado di guardare al futuro e volto a soddisfare esigenze diverse con strumenti e competenze specifiche in continuo sviluppo.

Scopri le soluzioni

IMPIANTI

Presso la sede di San Miniato è presente la piattaforma di trattamento, insieme a tutte le strutture ad hoc per il trattamento di rifiuti speciali di origine industriale.

La struttura è autorizzata a svolgere attività di stoccaggio di rifiuti pericolosi e non pericolosi.

Al suo interno, Tecnoambiente Spa presenta una pluralità di piattaforme differenti, tutte adibite a compiti diversi. Qui di seguito vengono raggruppati e spiegati in base alla categoria cui appartengono i rifiuti trattati al loro interno.

  • IMPIANTO DI STOCCAGGIO RIFIUTI SOLIDI PERICOLOSI E SPEDIZIONI TRANSFRONTALIERE.
    Le tipologie principali di rifiuti trattati in questo genere di impianti riguardano scarti di vernice, stracci contaminati da sostanze pericolose, assorbenti e materiali filtranti, cere e grassi, rifiuti plastici, morchie, fondami di serbatoio e fanghi di varia provenienza.

  • IMPIANTO DI STOCCAGGIO RIFIUTI SOLIDI NON PERICOLOSI.
    In questo caso, i rifiuti vengono sottoposti a un trattamento di selezione e cernita – che può essere eseguito manualmente o meccanicamente – finalizzato a separare tutti i materiali recuperabili da quello che è il rifiuto. Tali materiali di norma sono costituiti da carta, cartone, legno, metallo, scarti di pelle, scarti di cuoio e rifiuti RAEE non pericolosi.

  • IMPIANTO DI TRITURAZIONE E LAVAGGIO IMBALLAGGI.
    All’interno di questo genere di impianto viene eseguita anche la triturazione dei rifiuti pericolosi destinati poi all’incenerimento presso Paesi esteri. Fanno parte di questa categoria di rifiuti i fanghi pericolosi e i materiali assorbenti o filtranti, la cui esportazione necessita preventivamente di alcune certificazioni.

  • BONIFICHE DI SITI CONTAMINATI.
    Gli interventi di bonifica vengono totalmente gestiti partendo dalla caratterizzazione delle aree, della messa in sicurezza delle stesse e dai campionamenti delle matrici inquinate. Alla fine di tutto il percorso in questione, si arriva alla verifica finale dell’esito dell’intervento.

Per gestire tutto questo, all’interno dell’impianto troviamo:

  • Un complesso di circa 6036 mq di superficie coperta, cui si aggiungono 6615 mq di area scoperta.
  • Un impianto di stoccaggio autorizzato per un totale di 160.000 ton/anno.
  • Un impianto di trattamento autorizzato per un totale di 79.200 ton/anno e di 92.545 ton/anno.
Estremi autorizzazione Durata Ubicazione del centro Tipo di smaltimento
AIA N. 12339/2019 - REGIONE TOSCANA 22/07/2031 Via Chico Mendes 17, San Miniato (PI) Impianto di deposito preliminare e messa in riserva (D15 e R13), trattamento (D9, D13, D14 e R12)